Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Altri clienti hanno acquistato anche...



Oeufs De Cailles - Uova di Coturnice

Uova di coturnice liofilizzate utili contro le allergie da polline ed altre sostanze


(2 recensioni2 recensioni)

120 capsule vegetali da 200 mg - 24 gr

Prezzo: € 40,80
Articolo non soggetto a sconti per volontà del produttore
Tutti i prezzi includono IVA


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 4 disponibili: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 33 ore 28 minuti.
    Consegna stimata: Martedì 13 Dicembre
  • Guadagna punti +41

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Update del 27 Novembre 2016. Questo articolo, avente nome Oeufs De Cailles - Uova di Coturnice, prodotto da Vegetal Progress, compare nella categoria Integratori Naturali , si trova nella sottocategoria Sistema immunitario. Questo articolo nei nostri magazzini è in "Disponibilità: Immediata". Il prezzo attuale è di € 40,80.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Le uova di coturnice costituiscono un valido aiuto nelle "pollinosi" (termine che designa l'insieme delle manifestazioni reattive, provocate dal contatto con pollini) e nelle reazioni allergiche di varia natura come: orticaria, rush cutanei, pruriti, eczemi, dermatiti, psoriasi. La percentuale di persone affetta da allergie e sensibilizzazioni è in continuo aumento.

Alcuni studiosi attribuiscono la causa, oltre all'inquinamento dell'aria, del cibo, dell'acqua, anche alle intossicazioni da farmaci e dall'uso indiscriminato delle vaccinazioni: le manifestazioni allergiche da pollini si presentano generalmente in primavera e perdurano diversi mesi.

Il raffreddore da fieno è un'affezione particolare della mucosa nasale, degli occhi e delle prime vie aeree con conseguente catarro e asma, causata dal contatto, per inalazione con i pollini delle piante.

I sintomi insorgono non appena si è prodotta l'irritazione, con bruciore e prurito al naso, starnutazione frequente e accelerata, secrezione profusa, congiuntiviti, sindrome catarrale e talvolta diffusione del processo alla laringe, alla trachea e ai bronchi.

Le uova di Coturnice liofilizzate stimolano la produzione di anticorpi, esercitando attività antistaminica, da attribuirsi alla presenza di una glicoproteina capace di disattivare l'allergene, cioè la sostanza suscettibile di indurre una reazione allergica nell'organismo. Ricche in sali minerali, vitamine, aminoacidi essenziali, e peptidi, le uova esercitano un influsso rinvigorente sul metabolismo, migliorando lo stato generale di salute.

Le uova di Coturnice liofilizzate si dimostrano quindi efficacissime per lenire i fastidiosi sintomi delle pollinosi e di tutte le manifestazioni allergiche.

Le uova di coturnice vengono tollerate molto bene e non danno alcun tipo di effetto collaterale.

Fonte di una vasta gamma di vitamine, minerali e di amminoacidi che le rende anche un valido supporto nei casi di stress, allergie ecambi di stagione

Ingredienti: uova di quaglia

Modalità d'uso: si consiglia l'assunzione  di 6 capsule al giorno

ALLERGIA ED IMMUNITÀ

Se accettiamo un approccio umile con l'allergia non possiamo fare a meno di considerarla dispersa in molteplici altre reazioni. Certo i meccanismi dai quali essa dipende sembrano far parte della risposta strettamente immunitaria: qui dobbiamo, però, ammettere che questa risposta non è univoca e prendere atto che immunità e protezione non sono sinonimi.

Questa considerazione apre un orizzonte sterminato di messe a punto che dovranno essere fatte in relazione al fatto che il sistema immunitario non fa differenza tra buoni e cattivi come noi li intendiamo attualmente: esso reagisce alla tossina difterica ma anche a sostanze alimentari poco o nulla offensive come il polline delle graminacee o delle urticacee, l'amido o il latte.

Queste sostanze giungono a contatto con il nostro organismo accompagnate, inoltre, dall'aria che respiriamo e dall'acqua che beviamo, dalla complessità del cibo che utilizziamo. Perciò il mondo esteriore non ci è estraneo e noi rispondiamo ad esso in una continua competizione. Il corpo ha bisogno dell'ambiente per esistere, perciò, come nella persona vi è un'unità di corpo e spirito, così vi è pure un'unità di corpo ed ambiente.

Noi continuamente rispondiamo all'ambiente che ci circonda senza che ci sia necessaria un'aggressione ed è perciò opportuno considerare il sistema immunitario come uno dei sistemi di omeostasia che, adattando l'organismo alle variazioni dell'esterno, ci permette di vivere in armonia con ciò che ci circonda.

L'allergia deve considerarsi, in quest'ottica, come la conseguenza di un adattamento imperfetto.

Questa nuova concezione non deve rimanere senza conseguenze nell'affrontare i problemi legati all'allergia: se essa non è patologica per natura, ma l'esagerazione di fenomeni normali, può darsi che noi dobbiamo concentrarci sul complesso delle cause possibili, che alterano questi fenomeni piuttosto che sulle loro conseguenze. Non si tratta evidentemente di cercare la chiave del trattamento, ma di comporre pazientemente il mazzo necessario.

Nel mazzo di chiavi utili si collocano sicuramente le UOVA DI COTURNICE LIOFILIZZATE che così favorevolmente hanno dimostrato di agire nel ristabilimento di chi soffre di allergia da polline e da altre sostanze: non ricorrere ad esse può rappresentare una grave mancanza nel campo dell'esperienza professionale.

Tutti conoscono ciò che l'allergia rappresenta: essa è sinonimo di reazioni brutali provocate dal contatto con diverse sostanze, sovente inerti in apparenza, ma mai al di fuori del primo contatto. Abitualmente benigne, ma spesso recidivanti, a volte invalidanti, le allergie colpiscono il 18% della popolazione dei paesi industrializzati: i biologi hanno messo in luce i meccanismi dell'allergia ed hanno costruito un modello descrittivo di grande precisione, ma un modello insufficiente.

Paradossalmente l'anafilassi (in greco, il contrario della protezione) appare come un modello sperimentale di reazione allergica. Nel 1907 Nicolle dimostra che lo stato di ipersensibilità indotto da una prima iniezione può essere trasmesso per mezzo del siero ad un animale "nuovo". Nel 1911 Dale e Laidlaw riferiscono di una sostanza estratta dalla segale cornuta; l'istamina, sostanza che può riprodurre i sintomi anafilattici: solo nel 1953 Riley isola la stessa istamina nei granuli di cellule particolari dei mammiferi chiamate mastociti. Nel 1967 una nuova classe di anticorpi presenti in tracce nel plasma, le IgE e classificati (erroneamente) come i principali anticorpi responsabili dell'allergia nell'uomo, segnalata da Ishizaka. Ricettori unici permettono la fissazione delle IgE, con un'affinità eccezionalmente elevata, su due popolazioni cellulari minoritarie: i masticiti tissulari ed i basofili circolanti. Sintetizzati da gruppi già preesistenti in risposta alla presenza di piccole dosi di antigene, le IgE si diffondono nell'organismo e si fissano ai loro ricettori cellulari sensibilizzando il soggetto. Quando l'antigene è reintrodotto esso si lega alle IGE già fissate sui mastociti. Gli allergeni sono in genere adattati per fissarsi su parecchie IgE contemporaneamente determinando l'aggregazione dei ricettori sulla membrana. Si susseguono così avvenimenti biologici sfocianti nella liberazione dei mediatori dell'infiammazione per mezzo delle cellule "effetrici": a loro volta i mediatori si diffondono intorno al luogo della loro produzione ed agiscono sugli organi bersaglio dove le cellule possiedono i ricettori corrispondenti. Queste cellule liberano allora altri mediatori, secernono muco, si contraggono, modificano la permeabilità vascolare e si tengono pronte ad agire: la reazione visibile dipende dalla popolazione cellulare reclutata ed è più o meno appariscente.

Reazione a parte, l'allergia è immagazzinata nella patologia con l'etichetta di ipersensibilità di tipo I rimanendo imprigionata in un'opaca classificazione. Essa appare come la conseguenza remota di una reazione immunitaria singolare.

L'allergia non è una branchia dell'immunologia e la cascata di interazioni tra cellule e molecole offre un campo di osservazioni molteplici e complesse: esse si basano per ora sulla regolazione della produzione di IgE, sulla struttura dei ricettori per la porzione Fc degli anticorpi e la natura dei mediatori sono liberati con le loro proprietà biologiche.

I mediatori liberati nel corso della reazione allergica preesistono in parte alla reazione e sono immagazzinati in granuli: comprendono l'istamina, la serotonina, diversi enzimi, frammenti di proteine altamente attivi. Altri mediatori sono formati nel corso della reazione anafilattica: essi derivano dai fosfolipidi di membrana attraverso complesse vie di sintesi.

L'istamina agisce su tre tipi di ricettori responsabili rispettivamente della contrazione delle fibre muscolari, dei fenomeni di secrezione e del controllo della liberazione dei mediatori. La serotonina modifica la permeabilità vascolare e gli enzimi sono responsabili delle lesioni sull'epitelio bronchiale osservata nell'asma.

I mediatori derivanti dai fosfolipidi di membrana conducono alla sintesi dei trombossani e delle prostaglandine: i trombossani provocano la contrazione dei muscoli lisci e giocano un ruolo importante nel broncospasmo delle allergie respiratorie, mentre le prostaglandine generano il dolore, il calore ed i disturbi associati alla infiammazione. Dai fosfolipidi derivano anche i leucotrieni che esercitano effetti vasomotori e muscolari mille volte più forti di quelli dell'istamina. Infine, il fattore aggregante le piastrine è prodotto da numerose cellule ed esercita attività multiple.

I mastociti non liberano soltanto fattori infiammatori nel corso della reazione allergica: stimolati dalle IgE (non specifiche dell'allergia, ma normali prodotti di una reazione antigenica) essi danno origine alle citokine (1L3, IL4, IL5, IL6) e ad altri fattori di crescita. Essi liberano anche una sostanza nota per le sue proprietà citotossiche, il TNF o fattore necrosante dei tumori che si dimostra un altro citokina.

Per significativi che siano, tutti questi accurati studi condotti non ci indicano ciò che distingue l'individuo allergico dai soggetti normali, pur esposti agli stessi allergeni. E importante, però, notare, che la risposta IgE non è sinonimo di allergia come molti ritengono: non tutti gli allergici hanno un tasso elevato di IgE ed una iperproduzione di IgE non causa necessariamente manifestazioni allergiche.

Se l'allergia non è riconducibile alle IgE e nemmeno ai mastociti ed ai basofili, non è nemmeno riconducibile all'induzione di una reazione infiammatoria. Per le citokine che secernono, i mastociti possiedono le stesse proprietà regolatrici' sulla risposta immunitaria dei linfociti T ausiliari. Risposta anticorpale e sistema "effettore" sono regolati insieme: come i mastociti, le cellule T liberano anche dellTL3 e deH'IL.5 che fanno rispettivamente proliferare i mastociti e gli eosinofili. Il mastocita è dunque cellula "effetrice", cellula regolatrice e cellula bersaglio.

L'influenza, che le UOVA DI COTURNICE LIOFILIZZATE® hanno dimostrato sulla produzione di IgE presso gli allergici, sta a dimostrare la grande importanza che rivestono gli alimenti nella risposta alle sollecitazioni esterne causa di allergia ed al tempo stesso la prudenza che deve essere usata nel passare a "terapie" chimiche scoordinate senza prima fare ricorso ai mezzi naturali che un'attenta interpretazione della nutrizione ci offre.

ProduttoreVegetal Progress
TipoProdotto
Confezione120 capsule vegetali da 200 mg - 24 gr
Lo trovi in#Sistema immunitario

Prodotti correlati



voto medio su 2 recensioni

1
1
0
0
0

Recensione in evidenza


Mario Acquisto verificato

eccezionale!

eccezionale! grazie a Dio funziona alla grande! dopo solo un trattamento con una confezione i sintomi sono spariti! lo consiglio a tutti!

Le 2 recensioni più recenti


icona

Mario
Acquisto verificato

eccezionale!

eccezionale! grazie a Dio funziona alla grande! dopo solo un trattamento con una confezione i sintomi sono spariti! lo consiglio a tutti!

(0 )

icona

Elisa
Acquisto verificato

Mio marito soffre da diversi anni...

Mio marito soffre da diversi anni di allergia alle graminacee, ho voluto provare questo prodotto naturale x evitare antistaminici etc. Devo dire che il suo stato è migliorato in breve tempo: respiro più libero, meno senso di naso chiuso e testa ovattata. L'anno prossimo lo compreremo prima x fare una specie di prevenzione. Io lo consiglio visto gli effetti positivi riscontrati grazie alle proprietà riconosciute delle uova di quaglia.

(0 )


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste