Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Altri clienti hanno acquistato anche...



Yoga nel Cuore dei Bambini - Libro

Rosaria Dibenedetto



Prezzo: € 14,00


Aggiungi ai preferiti
  • Disponibilità: 2 giorni

    Lo ordiniamo solo per te.
    Spedizione stimata entro 2 giorni
  • Guadagna punti +28

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Rivisto in data 08 Gennaio 2017 - Questo prodotto, avente titolo Yoga nel Cuore dei Bambini - Libro, il cui ideatore è Rosaria Dibenedetto, compare nella categoria Tecniche e Discipline per il Corpo, nello specifico approfondisce il tema Libri sullo Yoga. Realizzato da Anima Edizioni ed edito in data Aprile 2012 , in questo momento è in "Disponibilità: 2 giorni". Il costo di questo libro è pari a Euro 14,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Questo libro ha l’obiettivo di condurre i bambini verso la loro completa realizzazione di adulti maturi, nell’aiutarli a tirare fuori le loro potenzialità e favorire uno sviluppo completo e armonico della loro personalità, guidandoli nella conoscenza di se stessi, della loro interiorità e del mondo che li circonda attraverso lo yoga.

Praticare yoga all’aria aperta, a stretto contatto con la natura, diventa percorso privilegiato per coltivare e mantenere viva la spontanea tendenza dei bambini ad aprirsi con meraviglia, con gioia e con curiosità all’incontro con i mille sorprendenti particolari del mondo.

Questi brevi ma profondi mo­menti vissuti durante la giornata coinvolgono, motivano, danno spessore, garantiscono ai bambini un’adeguata crescita co­gnitiva, insieme alla maturità emotiva, affettiva e spirituale.

 

DALLA PREFAZIONE


Tutto è sacro.

Noi ci muoviamo nel sacro.

E ciò che lo rende profano è il punto di vista. J. Klein Molte delle nostre grandi e piccole difficoltà esistenziali derivano da una mancata riflessione fondamentale sulla nostra identità di esseri viventi planetari. Gli aggettivi possessivi che costellano i nostri discorsi: la mia macchina; la sua casa; mio figlio... denotano un nostro abituale campo egoico smisurato e un punto di vista molto limitato.

Quando vengono usati gli aggettivi possessivi al plurale, il punto di vista si allarga, diventa inclusivo e allude a una partecipazione, a una condivisione.

Tuttavia gli aggettivi possessivi interpretano comunque l'idea di un possesso con cui ci si identifica: "siamo" la nostra casa, la nostra macchina... Ma la realtà è un'altra: nulla veramente ci appartiene e tanto meno la nostra identità sociale può essere rappresentata da un oggetto come una casa, una macchina, un abito o dall'estetica del corpo, dal colore della pelle.

"Tutto è vanità", afferma saggiamente il Qoelet, tutto ciò che è immerso nello spazio e nel tempo è vano, nel significato di passeggero, instabile.

È infatti possibile perdere in un attimo la casa in un terremoto, l'auto in un incidente e anche la stessa vita.

Queste considerazioni potenzialmente deprimenti, tendono, al contrario, a focalizzare l'essenziale nella nostra esistenza, che normalmente ci buttiamo alle spalle, per privilegiare l'effimero, attaccandoci ad esso, lottando per esso e in tal modo alienandoci dalla realtà.

"Vedete gli uccelli del campo? Non tessono, non mietono ... non vi affannate..." – ammonisce la Parola di vita.

E invece è proprio l'affanno che caratterizza le nostre giornate, perché si resta inconsapevoli che tutto ciò che è fuori e dentro l'uomo è sacro, opera divina: ci potremmo rilassare nel confidare in un Padre onnipotente e generoso, se solo riconoscessimo la reale nostra identità di suoi figli. Infatti il suo progetto, da noi continuamente interrotto o ignorato, è di renderci simili a lui, sin dall'inizio.

Riconoscere tale identità è porsi sulla strada della felicità, anche nel qui e ora.

In opposizione a questa prospettiva, il punto di vista dell'ego, limitato, molto miope, crea illusioni, generatrici di sofferenza, ansia e stress.

Interpretare la vita, la nostra e quella di tutti i viventi, come dono sacro ricevuto gratuitamente, nella immensa sacralità della vita che anima l'universo, rappresenta la nostra autenticità di esseri umani e la nostra vera libertà.

Assumere questa prospettiva ampia, che include la natura spirituale dell'uomo, può cambiare totalmente la vita personale e quella di coloro con cui si entra in contatto fosse pure per un momento. Perché si comincia a respirare liberamente, profondamente; si inizia ad allontanare falsi bisogni e false preoccupazioni, a fidarsi, ad avere cura, di se stessi, degli altri, di una pianta, del pianeta, nella visione che tutto è sacro. Abituati a vivere sommersi da un fiume di pensieri e di parole effimere, proprie e degli altri, si spreca invece la vita nella inconsapevolezza, nelle azioni frenetiche di ogni giorno.

Ma come può essere possibile disidentificarsi dalla materialità e dai modelli culturali dominanti?

Occorre una forma di educazione "profonda", minimale nella nostra cultura, a causa di una laicità male intesa, che esclude dai processi educativi la dimensione spirituale dell'uomo. Le conseguenze di questo tradimento di noi stessi come esseri umani "simili a Lui" sono visibili nella società e nella cultura della violenza e del furto legalizzato in cui siamo immersi.

Una religiosità autentica, profondamente vissuta, è la via che si apre a chi anela al cambiamento personale e sociale. Nel riconoscere la sacralità della vita che ci è data di vivere qui e ora, un'autentica fede nel progetto del Creatore può renderci qui e ora "simili a Lui". Permettiamoci semplicemente di essere ciò che già siamo, perché non c'è nulla che dobbiamo diventare: siamo già figli del nostro Padre, creatore dell'Universo.

Dobbiamo solo riconoscerci come tali e aderire al suo progetto che spesso arbitrariamente ci buttiamo alle spalle, perché non viene imposto, ma richiede e attende con pazienza e amore infiniti una risposta consapevole. Insegnare vivendo queste fondamentali dimensioni dell'esistenza è il compito di tutti gli educatori: genitori, insegnanti, politici, amministratori, che perseguano un cambiamento etico della società.

I percorsi dello yoga propongono una ecologia della mente che insegna a piantare buoni semi. Ogni volta che si vive il momento presente in modo consapevole, si piantano semi buoni, che daranno buoni frutti in forma di azioni e di comportamenti saggi.

I processi educativi svolti da persone che hanno conquistato la consapevolezza possono formare nuove generazioni molto migliori di quella attualmente adulta, educate ai valori perenni e portatrici di pace.

"Se non esiste la pace interiore, non può sussistere pace esteriore" afferma l'insegnante Di-Benedetto, autrice di questa avvincente esperienza da lei descritta in questo libro. Non sono soltanto parole, perché vengono quotidianamente applicate a casi concreti, a situazioni difficili nella comunità d'aula. "

Con la formazione delle prime classi, mi fu comunicato che in quella a me affidata ci sarebbero stati due bambini orfani: uno di padre e l'altro di madre.

I due bambini avevano perso i rispettivi genitori da pochi mesi...".

Nel racconto del percorso educativo posto in atto da Maria Rosaria, con decisione ma anche con quelle titubanze che svelano l'intima difficoltà nel perseguire la via della coerenza nello yoga, si evince il "raccolto" di quella semina operata giorno per giorno nel cuore di tutti i bambini della classe e anche dei genitori.

Tutta una comunità viene sollecitata al cambiamento personale, all'amore, nell'abbandono di stereotipi e pregiudizi. Non sono solo alcune persone, ma è una piccola parte della società che cambia sotto l'input di un'insegnante che crede nei valori della persona e impronta a essi il suo agire professionale di educatrice.

"Lo yoga è il sereno della mente,

una pace uguale a se a stessa"

Bhagavad Gita II, 

Leggendo l'esperienza di Maria Rosaria, volume denso di vita e di saggezza, si percepisce la pace interiore che anima le osservazioni, le riflessioni e le conseguenti azioni educative dell'insegnante.

Il suo personale "sereno della mente" viene comunicato per osmosi al lettore attento a cogliere "l'essenziale", in queste pagine dal linguaggio semplice e penetrante; un' osmosi che inconsapevolmente amplia la comunità da cui parte, e procede a formare una comunità sociale più ampia, capace di costruire un nuovo futuro, nella giustizia, nella pace, nella serenità del vivere quotidiano.

Angela Danisi Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari

EditoreAnima Edizioni
Data pubblicazioneAprile 2012
FormatoLibro - Pag 160 - 15x21
Lo trovi in#Libri sullo Yoga

Maria Rosaria Dibenedetto insegna nella Scuola Primaria. Istruttrice yoga e specializzata nello yoga per bambini, conduce corsi di formazione per docenti e genitori e laboratori yoga per bambini.... Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni

Prodotti correlati


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste