Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Pensare l'Impossibile

Donne che non si arrendono

Anais Ginori



Prezzo: € 14,00


Aggiungi ai preferiti
  • Disponibilità: 5 giorni

    Lo ordiniamo solo per te.
    Spedizione stimata entro 5 giorni
  • Guadagna punti +28

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Modificato in data 11 Novembre 2016 - Il volume, avente titolo Pensare l'Impossibile, scritto da Anais Ginori, ha come tema Attualità e temi sociali e approfondisce il tema Saggistica sulle donne. Editato dalla casa editrice Fandango e pubblicato nel mese di Febbraio 2010 , si trova in stato di "Disponibilità: 5 giorni". Il titolo in questione ha un costo di Euro 14,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Dall’ipocrisia del linguaggio sulle “escort” nei palazzi del potere mentre le “mignotte” vengono cacciate dai marciapiedi, agli integralismi religiosi che vorrebbero vietare un farmaco, come la pillola abortiva Ru486, disponibile in tutto il mondo da anni.

Dalla serie di film porno italiani dedicata agli stupri, al sessismo in politica. L’inchiesta racconta anche del nuovo associazionismo, di recenti episodi di protesta, del protagonista di “neo” o “post” femministe.

Con interviste a Emma Bonino, Daniela Del Boca, Luisa Muraro, Sofia Ventura, Lorella Zanardo, Emile-Etienne Baulieu (il creatore della RU486), il regista porno Andy Casanova e altre/i.

Prefazione di Concita De Gregorio

Gli eventi che amareggiano l’Italia sono tanti, anche più di quelli che fanno notizia sui giornali. Quando si parla di donne e prevaricazione maschile, poi! Per quanto un individuo si possa impegnare ad aprire ogni giorno un quotidiano, aggiornarsi, tenere un filo con l’informazione, spesso l’indignazione (o semplicemente un vago senso di noia) si impossessa del buonumore mattutino, ed ecco un’altra giornata con la luna storta.

E le cose mi sono andate più o meno così: il primo giorno ci ho pensato tanto, il secondo giorno ero pronta a fare la rivoluzione, il terzo giorno ero affossata dall’impotenza, il quarto giorno ero in procinto di ridimensionare il mio moto interiore, il quinto giorno ho ricevuto il libro: “Pensare l’impossibile. Donne che non si arrendono”.

Anais Ginori ha iniziato ritagliando dai quotidiani ogni articolo riguardante le donne, quasi in maniera ossessiva-compulsiva, lo ammette. Cosa ci farà con plurimi scatoloni pieni di carta stampata? Risposta: 15 capitoli come 15 approfondimenti con personaggi a cui ha posto delle domande, compresa se stessa. Ha bussato alla porta di un regista di porno, di una copywriter (l’ostico nome di chi scrive le pubblicità), delle prostitute nigeriane, del collettivo femminista dell’Università “La Sapienza”, del creatore della pillola RU486… ma sono solo parte di quest’inchiesta. Che a chiamarla inchiesta sembra un altro mattone da non digerire, e invece no.

Il libro non può annoiare, poche pagine per ogni capitolo e nessuno che voglia dire cosa è giusto e cosa è sbagliato, niente che possa essere frainteso come posizione politica. Solo punti di vista, esperienze, citazioni dalle vite di chi è disposto a parlare, di chi ci tiene alla propria libertà di essere donna.

E se ogni capitolo fosse un libro, sarebbero 15 storie dal finale incerto ma speranzoso. “Vissero felici e contenti” è quello che succede nelle favole in cui il principe porta la principessa a spasso, ora che i principi hanno colto l’occasione dell’emancipazione femminile per non concedere neanche quella lieve caratteristica medievale delle buone maniere, è il momento di camminare da sole, anche di notte.

“Un magistrato convinto che infilare la mano in una scollatura sia un “corteggiamento maldestro”. “È capitato in un mio processo. Ma questo è dovuto anche al fatto che in Italia non esiste ancora il reato di molestie sessuali”. Corteggiamento. Maldestro. La strada da fare è ancora lunga.”

 

EditoreFandango
Data pubblicazioneFebbraio 2010
FormatoLibro - Pag 154 - 17x21
Lo trovi in#Saggistica sulle donne

Anais Ginori (Roma, 1975) lavora a la Repubblica dal 1999. È giornalista al servizio Esteri. Con Fandango ha pubblicato nel 2001 “Le Parole di Genova” e, con Sperling&Kupfer, “Non... Leggi di più...


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste