Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00


Nexus New Times n. 122 - Giugno-luglio 2016

Rivista bimestrale - Edizione italiana


(1 recensioni1 recensioni)


Prezzo: € 8,00


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    12 disponibili
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 5 ore 7 minuti.
    Consegna stimata: Martedì 6 Dicembre
  • Guadagna punti +16

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Ecco cosa c'è nel numero di Giugno-Luglio 2016 della rivista Nexus New Times:

  • Coscienza quantistica e vite parallele
  • La terapia del letto inclinato
  • Perché l'autismo è un disturbo prevalentemente maschile?
  • Ingegneria genetica: scienza distorta, verità stravolta
  • Controllo mentale, armi biologiche e l'Impero degli Zombie
  • Sundaland: una possibile Atlantide in Indonesia?
EditoreNexus Edizioni
Data pubblicazioneGiugno 2016
FormatoRivista - Pag 98 - 21 x 27.5 cm
Lo trovi in#Nexus

Editoriale

In questi giorni, non ho potuto fare a meno di notare l'assordante silenzio dei media generalisti sulle incredibili anomalie emerse in relazione alle recenti elezioni presidenziali in Austria.

Anomalie talmente macroscopiche da non poter essere liquidate in altro modo che con una parola: brogli. Ad esempio, nel collegio "Waidhofen an der Ybbs", l'affluenza al voto è stata del 146,9%. In altri termini, ci sono stati più votanti degli aventi diritto: 13.262 quelli che si sarebbero recati alle urne contro i soli 9.026 che avrebbero potuto partecipare alla consultazione elettorale.

A Linz, l'affluenza alle urne, nel caso di voto "per conto terzi" è stata addirittura del 598%, ovvero invece dei 3.580 votanti registrati, ne sono stati contati 21.060! Per un'analisi più esaustiva delle ulteriori anomalie, come ad esempio l'aumento di 20.000 schede in una sola notte nel numero dei votanti dall'estero, vi rimando all'articolo di Marcello Foa che abbiamo postato sul nostro sito web di Nexus Edizioni o a quello che Maurizio Blondet ha pubblicato sul suo blog.

Ovviamente, ha vinto Van der Bellen, che ha collezionato il 50,3% dei voti contro il 49,7% del candidato di destra, Hofer. Una manciata di voti. Ciò che più colpisce e inquieta è che tutto questo è avvenuto in un Paese europeo come l'Austria, in quella che nell'immaginario collettivo dovrebbe essere una democrazia consolidata.

Il pensiero corre alle recenti consultazioni referendarie per l'eventuale secessione della Scozia dal Regno Unito, anche quelle pesantemente indiziate, ma l'elenco sarebbe assai più lungo (basti pensare al referendum monarchia-repubblica in Italia, il 2 giugno del 1946, a proposito del quale vi rimando all'articolo di Giuseppe Merlino pubblicato sempre nel nostro sito).

Alla luce di quanto sopra, cosa possiamo attenderci da un appuntamento di vitale importanza per l'Unione Europea come il cosiddetto Brexit, il referendum in programma il 23 giugno nel quale i cittadini britannici saranno chiamati a decidere se rimanere o uscire dalla UE? Secondo due recenti sondaggi Guardian/ICM, l'opinione pubblica si è spostata in favore dell'uscita della Gran Bretagna per una percentuale del 52% contro 48%.

Per non parlare di quello sulle riforme costituzionali in Italia a ottobre, di cui peraltro parleremo nel prossimo numero della nostra rivista PuntoZero, in uscita a luglio.

Nonostante tutto quello che il "sistema" ha messo in atto per ingannare e disinformare i cittadini, un numero sempre più consistente di persone è ormai consapevole di quanto il 'Re sia nudo' (basti osservare, ad esempio, la grande, variegata e spontanea mobilitazione contro il TTIP).

E a giudicare dalle sue reazioni, il Re sembra sempre più 'sull'orlo di una crisi di nervi'. Come amo ripetere, non si può risolvere un problema se prima non lo si vede.

Il proposito della rivista che avete fra le mani è sempre stato, e sempre sarà, quello di proporre notizie, spunti e informazioni utili a comprendere la realtà del mondo in cui viviamo e ad elaborare soluzioni plausibili e praticabili all'enorme mole di problemi che attanaglia l'umanità di cui facciamo parte.

Questo numero non fa eccezione, anzi: mi piace pensare che possa essere, prima o poi, la classica ultima "pagliuzza" che spezza la schiena del cammello. Continuate a sostenerci, aiutateci a crescere e... buona lettura!

Tom Bosco


voto medio su 1 recensioni

1
0
0
0
0

Recensione in evidenza


federico

interessante terapia del letto inclinato

Ogni uscita di questa rivista è sempre una scoperta interessante. In questo numero in particolare ha attirato la mia attenzione la terapia del letto inclinato e delle proprietà curative e salutari che sembrano essere amplificate da questa semplice accortezza. Naturalmente la ho subito messa in pratica.

Le 1 recensioni più recenti


icona

federico

interessante terapia del letto inclinato

Ogni uscita di questa rivista è sempre una scoperta interessante. In questo numero in particolare ha attirato la mia attenzione la terapia del letto inclinato e delle proprietà curative e salutari che sembrano essere amplificate da questa semplice accortezza. Naturalmente la ho subito messa in pratica.

(1 )


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste