Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Nano & Biotech in Audiologia e Otologia

Alessandro Martini, Gaetano Paludetti



Prezzo: € 68,00


Revisione del 03 Dicembre 2016 - Il volume, avente titolo Nano & Biotech in Audiologia e Otologia, redatto da Alessandro Martini, Gaetano Paludetti, compare nella categoria Attualità e temi sociali e si trova nella sottocategoria Tecnologia ed Informatica. Stampato da Omega Edizioni e stampato nel mese di Ottobre 2011 , attualmente è in "Non disponibile". Il suo valore è di € 68,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Dalla presentazione del libro..

In un editoriale scritto per Audiological Medicine (AM, 2009, 1) ci chiedevamo se l'orecchio interno sia da considerare un organo "orfano" dato che dopo il contri-uto di George von Békésy, Nobel Laureate in Medicina 1961, nonostante i molti pro­gressi che indubbiamente ci sono stati, nessun'altra nuova informazione e sviluppo che riguardi la sordità/ l'orecchio interno ha meritato un premio Nobel.

Questo sia per quanto riguarda la diagnosi sia la terapia. Il problema di una diagnosi differenziale delle cause di ipoacusia (mal. di Menierè, ipoacusia improvvisa, ipoacusia progres­siva...)^ oggi uno dei problemi più importanti e significativi in Audiologia/Otologia. Solo la genetica molecolare ha dato nuove informazioni su alcuni meccanismi ezio-patogenetici, in particolare per quanto riguarda le sordità congenite. Recentemente, anche per quanto riguarda le ipoacusie da rumore e quelle correlate all'invecchiamento sono stati riconosciuti dei meccanismi genetici.

Ma nella maggior parte dei casi, abbiamo tuttavia solo un audiogramma "non-in­formativo" che è simile in situazioni eziologiche completamente diverse.

Abbiamo poi pochi famaci che arrivano all'orecchio interno. Questi farmaci devono prima passare la barriera emato-encefalica, poi quella liquor - perilinfatica e noi poi usiamo questi farmaci con la filosofia del "watering the flower", cioè alti dosaggi per avere un dosaggio "utile" per l'orecchio interno. In molti casi poi, utilizziamo lo stesso farmaco sia per la prevenzione che per la terapia.

In molti campi della medicina, la farmacogenetica sta dando una reale opportunità di progresso, dato che ci permette di conoscere "pre" trattamento la tolleranza e i li­velli di risposta e che non ci saranno effetti tossici. Tuttavia per un approaccio tera-gnostico, sono necessari dei biomarkers.

In molte malattie, come per es. in oncologia, ma anche nelle malattie neurodegenerative, sono stati sviluppati dei biomarkers, ma nessuno o molto pochi nelle malattie dell'orecchio interno.

In futuro, la tecnologia probabilmente non sarà in grado di prevenire le malattie, ma sarà in grado di identificare i fattori di rischio e dare elementi per una diagnosi pre­coce. In particolare la nanotecnologia e la Nanomedicina stanno creando grandi spe­ranze per la diagnosi e trattamento di molte malattie. Test diagnostici per monitorare i biomarkers malattia-correlati, terapie avanzate, come medicina rigenerativa e le tec­niche di drug delivery, il monitoraggio e il trattamento degli effetti della terapia nel follow-up, sono tutte aree in cui la nanotecnologia può fare la differenza.

A.Martini e G.Paludetti

EditoreOmega Edizioni
Data pubblicazioneOttobre 2011
FormatoLibro - Pag 530 - 17x24
Lo trovi in#Nuove scienze #Tecnologia ed Informatica

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste