Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

L' Ultimo Valzer dei Tiranni - Libro

Ramtha

Remainder


Prezzo di listino: € 9,80
Prezzo: € 4,90
Risparmi: € 4,90 (50 %)

7 visitatori hanno richiesto di essere avvisati

Prodotti simili

Revisione del 22 Novembre 2016 - Questo volume, che ha come titolo L' Ultimo Valzer dei Tiranni - Libro, dell'autore Ramtha, è disponibile nella categoria Maestri spirituali e fa parte della sottocategoria Ramtha. Redatto dalla casa editrice Macro Remainders e distribuito in data Gennaio 1998 , è attualmente in "Fuori Catalogo". Il costo è Euro 4,90.

7 visitatori hanno richiesto di essere avvisati

Prodotti simili

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti
Catalogo Generale Macro

Catalogo Gruppo Macro 2017

E' uscito il nuovo catalogo 2017 del Gruppo Editoriale Macro, edizione speciale "Fermati Vivi" per i 30 anni di attività!

Scaricalo gratuitamente

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Ramtha svela la vera storia e i piani degli 'uomini grigi', le potenti famiglie che controllano le borse, le banche e le ricchezze del mondo.
Ci parla degli imminenti cambiamenti del mondo naturale, fornendoci le conoscenze che ci permetteranno di affrontare i giorni che verranno.

L'acquisizione di tesori rubati è stata da sempre considerata una conquista. Una volta, era considerato normale assalire la tomba di un Re morto e depredarla dei suoi tesori in nome della storia; era considerato normale assalire un Regno e soggiogarne il popolo. In questo modo la nazione vincente accumulava tesori, ed i vari Re hanno sempre avuto l'oro e le risorse umane necessarie a sostenere una campagna militare. Pertanto, i vari Re, prima di Napoleone, non dovevano preoccuparsi di raccogliere i mezzi finanziari quando decidevano di entrare in guerra.

Ma un bel giorno arrivò Napoleone, con i suoi sogni di gloria e la sua idea di far risorgere il suo paese, ma le casse dello stato erano vuote, perché il popolo aveva abbattuto l'aristocrazia. E così accadde che il Conquistatore venne contattato da un astuto individuo che aveva capito come l'eventuale vincita di Napoleone gli avrebbe fruttato un grande profitto. Egli finanziò Napoleone e le sue campagne militari ed il debito gli fu ripagato con i bottini di guerra. Pertanto, con la prima conquista di Napoleone, nacquero coloro che sfruttano le guerre per ricavarne profitti, li chiameremo "uomini grigi".

Dopo questo fortunato investimento l'uomo grigio, che finanziò Napoleone, creò un valido sistema per sostenere le campagne militari, creando un affare che consentiva altissimi guadagni; un affare che avrebbe cambiato la faccia del mondo. Non solo, ma il finanziatore capì subito che, per aver successo, non doveva stringere alleanza con nessun paese, ma semplicemente essere a disposizione di chi necessitava il suo finanziamento. Egli, nella sua mente alterata, voleva raggiungere la massima ricchezza ed ottenere il massimo potere. Ben presto gli venne l'idea di lavorare a favore di entrambi i paesi posti uno contro l'altro, e così fece. Aiutò un paese chiamato Austria e un altro chiamato Polonia.

Ben presto quest'uomo e i suoi figli ricavarono considerevoli profitti sostenendo chiunque avesse bisogno di finanziare un'impresa militare. E scoprirono anche che generare conflitti tornava loro di vantaggio. Mi seguite? Sì, pian piano, vedo delle lampadine che si accendono.

Più incoraggiavano i conflitti, più traevano profitto e più potenti diventavano, non solo, ma si creava la possibilità di collocare membri della famiglia o propri uomini, in posizioni di grande influenza. In altre parole, se il Governante diceva: "Intendo dare questa carica al mio terzo cugino", allora, assai gentilmente, l'uomo grigio gli diceva: "Ok, ma mi spiace per la persona che pensavo di raccomandarti, e siccome il posto è ormai occupato, devo proprio chiederti di pagarmi al più presto tutto ciò che mi devi". E, naturalmente, il Governante si mordeva le unghie, diceva qualche parolaccia, e rispondeva: "Oh, sarei davvero contento se il tuo uomo ricoprisse questa carica".

Dai tempi di Napoleone l'influenza degli uomini grigi è aumentata in modo notevolissimo, non solo, ma essi hanno saputo mantenuto il potere in prima persona e all'interno della propria diretta discendenza familiare. Con il denaro ricavato hanno fondate banche ed iniziato a influenzare i Re ed i Capi di vari governi.

Coloro che si rifiutavano di stare al gioco venivano esclusi sia dai finanziamenti in oro che dai rapporti con i paesi con cui prima intrattenevano buone relazioni. All'inizio del 19° secolo (o 1800, come voi dite) un grande uomo ereditò dai primi uomini grigi il loro splendido piano economico. Si chiamava Rothschild, ricordatelo, perché egli e la sua famiglia hanno avuto un ruolo determinante nel deteriorare il rapporto di uguaglianza tra gli esseri umani.

Dai tempi del primo Napoleone ogni guerra è stata pensata, gestita e finanziata dagli uomini grigi e dalle loro famiglie. E quando non vi erano guerre le creavano per non perdere il loro guadagni. Siccome le famiglie grigie non sono mai state alleate a nessun paese, né alla fede di nessuna religione, hanno sempre goduto della massima indipendenza ed hanno portato avanti i loro affari come e quando lo hanno desiderato.

Gli uomini grigi crearono dei dittatori partendo da persone assai semplici, facendo leva sul loro Ego bramoso di potere. Organizzarono assassinii, guerre, rivoluzioni e dissensi popolari: tutto per il denaro ed il potere che questo conferisce a chi lo possiede. Mi seguite? Avete già visto recitare questo dramma sul palcoscenico della storia?

Sono gli uomini grigi che hanno fomentato la guerra tra nordisti e sudisti in America. Il vero motivo non era lo schiavismo, ma il fatto che il Nord voleva ottenere il controllo sulla ricchezza del Sud. Essi hanno anche creato l'idea che i pacifici contadini di Cuba volessero attaccare l'America, e l'hanno così ben reclamizzata che quando gli Stati Uniti hanno dichiarato guerra a Cuba, e sono andati ad uccidere innocenti contadini, tutti hanno creduto che fosse una battaglia necessaria per salvare la loro Nazione. I Cubani non avevano fatto del male a nessuno, eppure erano creduti "degli insorti pericolosi" che dovevano essere eliminati.

Ritroviamo gli uomini grigi anche dietro la Prima Guerra Mondiale, detta anche "Grande guerra". Questa guerra fu pensata e finanziata da banchieri americani, inglesi e svizzeri. Fu creata per creare un motivo valido per poter incrementare le tasse degli Americani e sottomettere l'Europa. Con questa guerra gli uomini grigi si sono assicurati il controllo sul denaro negli Stati Uniti; e tutto andò come programmato.

Sono gli uomini grigi che decidono chi è l'uomo migliore per un certo incarico, essi piazzano le persone scelte nelle posizioni importanti in modo che facciano il loro gioco. Negli USA molti presidenti che non hanno seguito le loro direttive sono stati eliminati creando uno scandalo. Non c'è stato un solo presidente costretto a lasciare il suo posto a causa di uno scandalo, senza che questo non fosse stato abilmente preparato. Ne siete sorpresi? E nessun presidente che morì violentemente fu ucciso per mano di un folle, ma perché la sua coscienza non gli consentiva di stare al gioco e doveva essere eliminato.

EditoreMacro Remainders
Data pubblicazioneGennaio 1998
FormatoLibro
Lo trovi in#Ramtha


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste