Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Judo - Educazione e Società - Libro

Giuseppe Tribuzio



Prezzo: € 20,00


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 1 disponibile: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 23 ore 50 minuti.
    Consegna stimata: Venerdì 9 Dicembre
  • Guadagna punti +40

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Rivisto in data 14 Novembre 2016 - Il libro, dal nome Judo - Educazione e Società - Libro, elaborato da Giuseppe Tribuzio, compare nella categoria Terapie e discipline orientali, si trova nella sottocategoria Arti Marziali. Prodotto da Luni Editrice - Matteo Luteriani in data Giugno 2014 nei nostri magazzini è in "Disponibilità: Immediata". Il prezzo attuale è di € 20,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Il Judo non insegna ai suoi atleti a combattere contro il tempo, correndo per la ricerca di un nuovo record, né a saltare un'asticella il più in alto possibile, né tantomeno a mostrare la sua forza sovrumana. Il Judo insegna a stare di fronte all'altro con lealtà, a guardarlo negli occhi, a non procurargli dei danni, inchinandosi con senso di umiltà quando il confronto si conclude. Il vero combattimento che si intraprende è sempre e comunque con se stessi, cercando di superare i momenti di timore, di paura, di vile rinuncia per mancanza di autostima.

Quando si superano queste difficoltà, del tutto umane, si può dire di aver conseguito la più grande vittoria, che non dà diritto a nessuna medaglia, ma ci consente di poterci chiamare finalmente Uomini.

Il contatto fisico nella pratica del Judo è la chiave di volta dell'intera costruzione pedagogica di Jigoro Kano, suo padre fondatore. Si tratta proprio di quel contatto che la scuola, a ogni livello, ha bandito totalmente nel suo percorso formativo, perché non sapendo come gestirlo, teme di sbagliare e lascia i giovani sempre più soli e più lontani dal mondo degli adulti. Si teme che una pacca sulla spalla, un abbraccio, dato a un bambino o a un giovane, possa essere scambiato per una manifestazione ambigua se non "morbosa". L'esperienza orientale ci insegna che educare il corpo comporta un maggior impiego di tempo, di energia e lo si può fare solo parlando al corpo con il suo linguaggio, che non può essere assolutamente quello verbale, come in molti si ostinano a fare.

Gli insegnanti, i dirigenti scolastici, gli educatori e tutti coloro che per professione si occupano della crescita dei giovani, non dovrebbero trascurare i suggerimenti che la cultura sportiva e judoistica, in particolare, cercano di promuovere. Proprio in questo periodo si sente la necessità di recuperare l'importanza della relazione umana diretta, l'unica che consente di conoscere l'altro non per come appare, ma per come è.

Quando riconosci l'altro perché lo senti a te vicino, non c'è più ragione di vessarlo con atti di bullismo; quando percepisci che aver cura dell'ambiente in cui vivi vuol dire avere cura anche di te, non c'è alcun motivo valido per continuare a rompere, rovinare, imbrattare tutto quanto la società mette a disposizione per una crescita ottimale all'interno della scuola pubblica.

I genitori dei giovani avviati a qualsiasi attività sportiva devono essere consapevoli di questo: non è sufficiente che i loro figli si muovano, sudino, brucino calorie, dando all'organismo la possibilità di mantenersi in buona salute: è importante, mentre fanno tutto ciò, l'assimilazione di un principio morale, il quale insegni loro a mettersi a disposizione degli altri e non contro, evitando in questo modo di alimentare quell'ego che tende a sovrastare, con prepotenza, gli altri, deviando il percorso di crescita verso un fanatico individualismo, utile ad aumentare spesso la propria e l'altrui sofferenza.

Questo libro "suggerisce" un percorso alternativo, una visione già scritta ma ignorata, di quel principio dettato da Jigoro Kano «ji ta kyo ei» che significa: "tutti insieme per crescere e progredire", al quale si deve aggiungere anche "secondo il miglior impiego dell'energia". La nostra speranza è che non rimanga voce inascoltata.

EditoreLuni Editrice - Matteo Luteriani
Data pubblicazioneGiugno 2014
FormatoLibro - Pag 256 - 17x24 cm
Lo trovi in#Arti Marziali

E' sociologo dell'Educazione e della Salute, formatore e docente incaricato di Sociologia presso l'Università degli Studi di Bari. Istruttore federale di Judo fin dal 1982, per oltre un ventennio... Leggi di più...


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste