Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Il Mio Nome è Meriam - Libro

Antonella Napoli



Prezzo: € 14,90


Aggiornamento del 11 Novembre 2016 - Il testo ha come titolo Il Mio Nome è Meriam - Libro, redatto da Antonella Napoli puoi trovarlo in Attualità e temi sociali, in particolare approfondisce l'argomento Critica sociale. Realizzato da Piemme e venduto dal Maggio 2015 , in questo momento è in "Non disponibile". Questo libro costa € 14,90.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Condannata a morte perché donna, perseguitata perché cristiana

«Ascoltai le parole del giudice senza abbassare lo sguardo, mentre all'esterno del tribunale un gruppetto di estremisti accoglieva la sentenza e festeggiava al grido di Allah Akbar!

Non sapevo di essere un simbolo, né mi importava. Pensavo soltanto a mio marito, al piccolo Martin e alla vita che cresceva dentro di me. Pensavo che sarebbero bastate due parole per uscire dall'incubo e tornare a una vita normale. Ma che non le avrei dette. Né allora né mai. Avrei sopportato qualsiasi pena pur di difendere la mia dignità e tutelare la libertà di scegliere e credere nella propria religione. Qualsiasi essa fosse.»

Il suo caso ha tenuto milioni di persone con il fiato sospeso.

Meriam Ibrahim Ishag, una giovane sudanese di religione cristiana, è stata arrestata da un tribunale di Karthoum dopo che un parente – un perfetto sconosciuto – l'aveva denunciata per apostasia.

Incarcerata incinta con il figlio piccolo, in condizioni durissime, all'ottavo mese di gravidanza è stata condannata a cento frustate con l'accusa di adulterio per aver sposato un cristiano e alla morte per impiccagione per aver rifiutato di abiurare. In catene, Meriam ha dato alla luce sua figlia.

Anche per quella bambina non ha abbassato lo sguardo. Anche per lei non ha smesso di lottare.

E con lei ha lottato Antonella Napoli, la giornalista italiana che ha promosso la campagna per portare il caso all'attenzione del mondo.

Ora racconta la sua storia.

Una storia che non è solo la sua.

Perché ci sono troppe bambine, ragazze, donne vittime della sharia, troppe Meriam, Malala, Hina, Sanaa, Asia, Sakineh. Oggi più che mai.

EditorePiemme
Data pubblicazioneMaggio 2015
FormatoLibro - Pag 138 - 14x22 - cartonato
Lo trovi in#Saggistica sulle donne #Critica sociale
Antonella Napoli

Antonella Napoli è Giornalista e scrittrice, collaboratrice di Vanity Fair, Limes e L'Huffington Post. Presidente dell'associazione "Italians for Darfur Onlus", si occupa da anni di diritti umani,... Leggi di più...


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Articoli più venduti


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste