Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Giustizia Intollerante

Inquisizioni e tribunali confessionali in Europa (secoli IV-XVIII)

Elena Brambilla



Prezzo: € 18,60


Aggiornato il 07 Novembre 2016 - Il prodotto, intitolato La Giustizia Intollerante, realizzato da Elena Brambilla, si trova nella categoria Nuove rivelazioni e religioni, approfondisce l'argomento La religione nella storia. Prodotto da Carocci Editore e edito nel mese di Settembre 2006 , si trova in stato di "Fuori Catalogo". Il prezzo è pari a € 18,60.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

La Giustizia Intollerante offre una panoramica sui tribunali ecclesiastici, sia cattolici che protestanti, ponendo al centro l’inquisizione di fede, ma esaminando anche altre forme di giustizia penale “spirituale”: quella di “foro interno” (la confessione sacramentale) e quella di “foro esterno” (i tribunali episcopali), nelle chiese cattoliche; i concistori (luterani) e i concistori o presbiterî (calvinisti) nelle chiese protestanti. La vicenda ha inizio con i tribunali dei vescovi d’età tardo antica e con la giustizia volontaria dei monaci alto-medievali; il Basso Medioevo vede poi la persecuzione degli eretici passare dai vescovi ai frati, come inquisitori delegati dal papa a combattere le grandi eresie dei secoli XII e XIII.

Delle Inquisizioni mediterranee d’età moderna si mette in rilievo anzitutto la volontà di costringere all’abiura, cioè a rinnegare le proprie idee, elemento che le apparenta alle giustizie politiche repressive della libertà di coscienza. Si presenta inoltre l’inquietante sistema che nel XVI secolo riuscì a trasformare la confessione sacramentale in strumento di delazione agli inquisitori: un tema solo di recente emerso, che va delineandosi come uno dei “caratteri originali” dell’inquisizione di fede in Italia in età moderna. Una panoramica a livello europeo sui processi per stregoneria, e un’analisi comparativa dei tribunali luterani e calvinisti, consente di illustrare le loro pratiche e le differenze dalle corti ecclesiastiche del cattolicesimo mediterraneo. La fine del Settecento e la Rivoluzione francese – con l’affermazione della libertà religiosa – porranno termine a questo cammino, privando la giustizia ecclesiastica dei suoi poteri coattivi.

EditoreCarocci Editore
Data pubblicazioneSettembre 2006
FormatoLibro - Pag 272 - 15x22
Lo trovi in#La religione nella storia

Elena Brambilla, è professore ordinario di Storia moderna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano. Leggi di più...


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste