Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Fine dell'Iraq

Come gli Stati Uniti hanno distrutto il paese che intendevano liberare

Peter W. Galbraith



Prezzo: € 18,00


Update del 06 Dicembre 2016 - Questo volume, avente titolo La Fine dell'Iraq, il cui autore è Peter W. Galbraith puoi trovarlo nella categoria Attualità e temi sociali e si trova nella sottocategoria Critica sociale. Pubblicato da Mondadori in data Aprile 2007 , in questo momento è in "Fuori Catalogo". Il prezzo è di Euro 18,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Nel marzo del 2003 gli Stati Uniti hanno invaso l’Iraq per rovesciare Saddam Hussein, accusato di detenere armi di distruzione di massa, e per instaurarvi un regime democratico, che avrebbe dovuto avviare un processo di trasformazioni virtuose in tutto il Medio Oriente.

Dopo avere facilmente raggiunto il primo obiettivo, il paese è precipitato nella guerra civile, smembrandosi in tre tronconi: il Kurdistan filoccidentale al nord, una vasta zona a predominanza sciita fortemente influenzata dal governo iraniano al sud e una disarticolata e turbolenta regione sunnita al centro.

Scrivendo con uno stile da reportage, Peter Galbraith, inviato del governo americano in Iraq, dove ha stretto amicizia con leader politici come Jalal Talabani (attuale presidente dell’Iraq) e Massoud Barzani (presidente del Kurdistan), ripercorre le tappe del progetto statunitense di «costruzione di una nazione», evidenziandone limiti ed errori, dovuti alla scarsa conoscenza della realtà irachena e alla mancanza di un’efficace pianificazione della fase postbellica. E prova ad avanzare ipotesi realistiche su scenari futuri del paese.

In una situazione che sembra ormai fuori controllo e senza sbocchi, gli Stati Uniti non hanno molti modi per «uscire» dall’Iraq, e Galbraith prova a suggerirne alcuni. L’amministrazione Bush dovrebbe accettare la realtà di un Iraq diviso, lavorando con sciiti, curdi e sunniti per rafforzare le regioni già semindipendenti che, se opportunamente organizzate, potrebbero garantire equilibrio e sicurezza.

Insomma, restituendo l’Iraq agli iracheni, gli Stati Uniti possono sperare di sottrarsi a un destino sempre più simile al fallimentare esito della guerra in Vietnam.
EditoreMondadori
Data pubblicazioneAprile 2007
FormatoLibro - Pag 280 - cartonato
Lo trovi in#Critica sociale #Medioriente e conflitti nel mondo


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste