Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Destra e Sinistra Addio - Libro

Per una nuova declinazione dell'ugualiaza

Maurizio Pallante



Prezzo: € 18,00


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 1 disponibile: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 4 ore 54 minuti.
    Consegna stimata: Mercoledì 7 Dicembre
  • Guadagna punti +36

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Rivisto in data 14 Novembre 2016 - Il testo, che si intitola Destra e Sinistra Addio - Libro, composto da Maurizio Pallante, si trova nella categoria Attualità e temi sociali, nello specifico approfondisce il tema Politica. Distribuito dalla casa editrice Lindau e distribuito in data Gennaio 2016 , si trova in stato di "Disponibilità: Immediata". Il prezzo attuale è di Euro 18,00.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Il manifesto di chi rifiuta la vecchia politica schiava di un’economia disumana e ne chiede una nuova, che permetta di conseguire un vero benessere.

È arrivato il momento di dire addio a questa obsoleta rappresentazione di interessi contrapposti e di rifondare l’analisi e l’azione politica sulla base di uno sguardo nuovo.

Destra e sinistra sono definizioni antiche, che risalgono ai tempi della Rivoluzione francese.

Per secoli hanno rappresentato opzioni contrastanti, collettrici di idee, progettualità, sentimenti diversi.

Oggi però appaiono entrambe espressioni di una storia finita: quella di un mondo che puntava a una crescita senza limiti, della quale non ha mai considerato i costi.

L’economia mondiale è ormai entrata in una fase di instabilità destinata a durare e, soprattutto, si sta diffondendo la consapevolezza degli inaccettabili danni ambientali provocati dal modello di sviluppo perseguito fino a ora.

È dunque necessario costruire un paradigma nuovo, e su questa base ridefinire programmi e progetti politici e sociali. Come testimoniano l’enciclica del Papa e il vivace dibattito che ne è seguito, il processo è già iniziato, ma la classe politica – da entrambe le parti – sembra non esserne ancora pienamente cosciente, o non avere la forza di trovare risposte adeguate ai bisogni del nostro tempo.

 « Il confronto politico tra destra e sinistra si è sempre svolto a partire da una comune valutazione positiva del modello di produzione industriale. Entrambe lo hanno considerato un progresso perché, grazie all’evoluzione scientifica e tecnologica, ha accresciuto la produzione di merci, consentendo all’umanità di entrare in un’epoca d’abbondanza senza precedenti. Ma oggi la crescita ha oltrepassato le capacità del pianeta di fornirle la quantità crescente di risorse di cui ha bisogno, e il mercato induce a scatenare guerre per tenere sotto controllo le zone del mondo più ricche di risorse, suscitando nei paesi meno industrializzati ondate migratorie incontenibili. Per bloccare le cause di questi processi distruttivi è necessario sviluppare tecnologie più avanzate, finalizzate ad accrescere l’efficienza con cui si trasformano le materie prime. Occorre avviare una decrescita selettiva, fondata sulla riduzione degli sprechi e dell’impronta ecologica dell’umanità. Se si abbandona l’ideologia della crescita, che ha accomunato la destra e la sinistra, è anche possibile articolare in maniera diversa e rilanciare la tensione all’uguaglianza. Una critica alla gestione della destra di questa fase storica, e una presa di coscienza che la sconfitta della sinistra sia stata la sconfitta dell’applicazione storica che ha dato dell’uguaglianza, non dell’idea di uguaglianza. Del resto, come ha avuto un inizio storico, la diade “destra-sinistra” potrebbe avere fine con la fine della possibilità di continuare a far crescere la produzione di merci. È il momento di intraprendere un percorso politico nuovo, di aprire una nuova fase della storia in cui l’economia non sia più schiava della distopia della crescita infinita. »

Maurizio Pallante

EditoreLindau
Data pubblicazioneGennaio 2016
FormatoLibro - Pag 230 - 14 x 21 cm
Lo trovi in#Critica sociale #Politica
Maurizio Pallante

Maurizio Pallante fondatore con Mario Palazzetti e Tullio Regge nel 1988 del Comitato per l'uso razionale dell'energia (CURE). Svolge attività di ricerca e di pubblicazione saggistica nel campo... Leggi di più...

Dello stesso autore


Vedi tutte le pubblicazioni


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste