Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Cucina Naturale - Dicembre 2016 - n.11

Novità


Prezzo: € 3,40


Aggiungi ai preferiti

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

L'Evoluzione della Tavola

ll pranzo di Natale è la festa tradizionale per eccellenza. In ogni famiglia ha la sua sequenza di portate, magari con qualche variazione dettata dai gusti o dalla voglia di stupire, ma la tradizione, per tanti, non cambia mai.

Intorno però il mondo si evolve, così come le possibilità e le preferenze nella scelte degli alimenti da inserire nel carrello della spesa.

Interessanti i risultati dell'ultimo rapporto Censis sul tema, intitolato: "Gli italiani a tavola, che cosa sta cambiando: le nuove disuguaglianze".

È arrivato il food social gap, dicono, si è approfondito il divario nello stile alimentare dei più e meno abbienti. I risultati fanno pensare.

Nell'ultimo anno 16,6 milioni di italiani hanno ridotto il consumo di carne; 10,6 milioni quello di pesce; 3,6 milioni mangiano meno frutta e 3,5 meno verdura.

In effetti la spesa alimentare, negli ultimi 7 anni, è diminuita in media del 12,2%, e il valore chiaramente cresce nelle famiglie con problemi economici. Ma analizziamo i dati.

Nello specifico, ha ridotto il consumo di carne il 45,8% delle famiglie a basso reddito e anche il 32% di quelle a reddito alto: un segno del minor appeal generale di bistecca e C.

Più alta la differenza se si guarda invece il pesce: -12,6% per i più ricchi, -35,8% per la fascia a reddito inferiore. Anche per frutta e verdura la differenza è marcata: - 16,3% e -15,9 per chi ha reddito più basso e invece un calo contenuto, -2,6% e -4,4% per la fascia alta.

C'è invece un alimento il cui il calo è molto simile per i due gruppi di persone: la pasta.

Non si può dire se conti di più la diffusione di celiachia e sensibilità al glu­tine o le più o meno veritiere convinzioni sull'effetto "ingrassante" di questo alimento, ma ricchi e poveri sono concordi nel ridurne il consumo di circa il 20%.

Le proposte di Cucina Naturale per i menu di Natale di questo dicembre 2016 vengono incontro ai diversi stili alimentari dei nostri lettori.

Ci affianchiamo alle tendenze proponendo ricette senza carne e anche primi piatti al forno realizzati con cereali naturalmente privi di glutine. Offriamo tante idee per realizzare economici e originali regali fatti a mano, creme di frutta secca in particolare, golosissime e dalla ricetta molto semplice.

Ma non solo di cibo: trovate anche un servizio di cosmetici fai da te che si possono realizzare a partire da ingredienti comuni. Insomma, l'invito è di sfogliare questa rivista sapendo di trovare tantissime idee e informazioni. Fatelo accompagnati dai più sinceri auguri di buone feste da parte di tutta la Redazione.

Cucina Naturale di dicembre: Numero super ricco per menu, idee, regali...!

Incominciamo con la tavola. Si va da ricette sì innovative, ma nel solco della tradizione, della cuoca Laura Quintavalle. Qualche assaggio? Cheesecake di broccoli e ricotta, ravioli all'arancia con pesto di cavolo nero e via via fino al mitico tronchetto di Natale. Ci racconta anche come fare in casa la pasta fillo!

D'impronta light il menu di Barbara Toselli, che inizia con gli involtini della copertina e chiude con i golosi mendiants, cioccolatini d'origine francese arricchiti con la frutta secca. E, per partire davvero leggeri, Carla Barzanò ha messo a punto quattro gustosi paté (di cui 3 vegani), come la mousse di avocado e caprino o quella di noci e funghi. Dall'aria naturale e delicata anche i 3 piatti proposti da Emanuele Patrini, tutti caratterizzati dal profumo d'arancia. Il cuoco Antonio Zucco, infine, ha realizzato 3 fantastici primi al forno senza glutine.

Ma veniamo ai servizi al 100% a tema dessert. Marianna Franchi ha messo a punto e fotografato, step by step, tre dolci lievitati della tradizione, non solo italiana. Marco Bianchi, poi, ci racconta delle proprietà dei datteri, e ci offre dei dolcetti "crudi" arricchiti da frutta secca e cacao.

Crudista è anche il tartufo al cacao crudo con crema al cocco, realizzato da Patrizia Romeo.

I temi sono tantissimi e non vi togliamo la sorpresa, ma vogliamo solo anticipare due servizi dedicati ai regali fai da te. Chiara Frascari insegna a realizzare creme golose da mettere in barattolini, ognuna a base di un seme diverso, dolci e salate.

Come la crema di arachidi e cocco al curry o quella di mandorle al gusto tiramisù. 

Paola Lambardi, infine, propone cosmetici naturali, come i sali da bagno colorati alla curcuma, lo scrub di zucchero di canna o il siero antietà alla vitamina E.

La vostra ricetta

  • Mafalda risotatte ai funghi con cipolle e tempeh di Chiara Bracali

I menu delle feste

  • Natale, ispirazione naturale di Barbara Toselli

Variazioni delle ricette classiche

  • Un inizio morbido morbido di Carla Barzanò

I menu delle feste

  • I nuovi sapori tradizionali di Laura Quintavalle

Cucina senza glutine

  • Gratinati della festa di Antonio Zucco

L'ingrediente da scoprire

  • Formaggio Stelvio DOP di Giuseppe Capano

Cucina sfiziosa

  • Elegante arancia di Emanuele Patrini

Libri in cucina

  • Una minestra al giorno a cura della redazione

Cucina filmata

  • Tradizioni soffici e dolci di Marianna Franchi Tutti a tavola!
  • Tutta l'energia dei datteri di Marco Bianchi

Crudo e gourmet

  • II gusto vero del cacao di Patrizia Romeo

Mente spreco, tanta fantasia

  • Per festeggiare senza avanzare di Lisa Casati

Questo l'ho fatto io

  • Frutta secca? Sì, ma in crema di Chiara Frasca

Duicis in fundo

  • Millefoglie croccante con crema ai tre sapori di Giuseppe Capano

 

EditoreTecniche Nuove - Rivista
Data pubblicazioneNovembre 2016
FormatoRivista - Pag 112 - 21x28,5
Lo trovi in#Cucina Naturale

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste