Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Karl R. Popper

Sir Karl Raimund Popper (Vienna, 28 luglio 1902Londra, 17 settembre 1994) è stato un filosofo e epistemologo austriaco, naturalizzato britannico. È considerato uno dei più influenti filosofi del Novecento.

Popper è anche considerato un filosofo politico di statura considerevole, difensore della democrazia e del liberalismo e avversario di ogni forma di totalitarismo. Egli è noto per il rifiuto e la critica dell'induzione, la proposta della falsificabilità come criterio di demarcazione tra scienza e non scienza, la difesa della "società aperta".

Karl Raimund Popper nasce il 28 luglio 1902 a Himmelhof, nel distretto viennese Ober St Veit, da Simon Siegmund Carl Popper e Jenny Popper. Il padre di Karl, oltre ad essere un avvocato molto stimato è persona culturalmente molto preparata e sensibile alle problematiche sociali. Da lui il giovane Popper impara ad amare lo studio e la lettura. Dalla madre Jenny, pianista di talento, eredita la passione per la musica, che tra l'altro rivestirà un ruolo tutt'altro che marginale all'interno del suo pensiero.

Tra il 1908 e il 1914 frequenta una scuola privata, quindi il Franz Josef Gymnasium. Dopo poco tempo, ritenendo insoddisfacente l'educazione ricevuta, opta per l'iscrizione all'Università, affermando di voler imparare per il gusto di farlo e non per una possibile carriera. Cerca di superare una prima volta l'esame di ammissione all'università (il "Matura"), ma senza successo.

Nella primavera del 1919 si avvicina ad una organizzazione studentesca di sinistra, ma in questo caso, più che innamoramento, si deve parlare di una infatuazione passeggera, che dura due o tre mesi. L'ideologia lo affascina e lo conduce sulle nuvole, ma la realtà pratica della dottrina marxista lo riporta con i piedi per terra. Durante uno scontro con la polizia in cui alcuni giovani trovano la morte, Popper si rende conto del dogmatismo in cui era caduto: a diciassette anni, come lui stesso scrive nelle pagine della sua autobiografia (Cfr. "La ricerca non ha fine. Autobiografia intellettuale", a cura di Dario Antiseri, Armando, Roma 1997), "ero diventato anti-marxista. Mi ero reso conto del carattere dogmatico del credo e della sua incredibile arroganza intellettuale. Era una cosa terribile arrogarsi un tipo di conoscenza secondo cui sarebbe un dovere porre a rischio la vita di altre persone per un dogma accettato acriticamente o per un sogno che sarebbe potuto risultare irrealizzabile. Ciò era particolarmente brutto per un intellettuale, per uno che sapeva leggere e pensare".

Gli anni immediatamente successivi alla Prima Guerra Mondiale costituiscono per Popper un periodo duro ma stimolante. Il paese è povero e le prospettive per il futuro sono poche e non certo rosee. Tuttavia la sua mente rimane attiva, sempre disposta ad imparare cose nuove. Nell'inverno 1919-1920, sia per essere indipendente, sia per non essere di peso al padre che aveva perso tutto il patrimonio a causa dell'inflazione, decide di andare a vivere per conto proprio, sistemandosi nella parte abbandonata di un ex ospedale militare, trasformata da alcuni giovani in una sorta di "casa dello studente".

Nel 1922 il secondo tentativo di superare il "Matura", da privatista, va a buon fine. All'università rimane fino al 1928: frequenta i corsi di matematica con Hahn e Menger, quelli di fisica con Ehrenhaft, Haas, Lecher e Tirring. Studia filosofia con H. Gomperz e Schlick e psicologia con Bühler. In questo periodo sbarca il lunario svolgendo lavori saltuari, non di rado manuali. Ha anche modo di occuparsi di bambini abbandonati, in qualità di assistente sociale presso la clinica fondata da Alfred Adler. Nell'ambito intellettuale, inizia a riflettere sul problema del confine fra le teorie scientifiche (come quella di Einstein) e teorie pseudoscientifiche (come ad esempio quelle di Marx, Freud e Adler).

Dal 1925 frequenta l'Istituto Pedagogico di Vienna, dove conosce Hennie, che in seguito diventa sua moglie. Conosce Heinrich Gomperz (figlio di Theodor, amico e traduttore di John Stuart Mill) e Karl Buhler, professore universitario di Psicologia, con il quale si laurea nel 1928 con una tesi intitolata "Zur Methodenfrage der Denkpsychologie" ("Il problema del metodo nella psicologia del pensiero", rimasta inedita).

Nel 1931 nasce il Circolo di Vienna, un composito gruppo di pensatori che elabora e propone la visione scientifica del mondo nota come "positivismo logico". Uno dei membri del Circolo, Herbert Feigl, sprona Popper alla pubblicazione del suo primo lavoro, che viene alla luce nel 1933 con il titolo "Logik der Forschung" (trad. it. "Logica della scoperta scientica", Einaudi, Torino 1970). Questo libro, che possiamo definire un "classico" dell'epistemologia contemporanea, accoglie tutte le tesi fondamentali del falsificazionismo, la metodologia delle congetture e delle confutazioni.

Durante l'anno accademico 1935-1936 visita Londra, Cambridge, Oxford, Bruxelles, Utrecht e Copenhagen. Conosce Russel, Hayek, Bohr. Nel 1937 lascia Vienna alla volta della Nuova Zelanda, dove gli viene affidato l'insegnamento di filosofia presso il Canterbury University College di Christchurch. Quando nel 1939 Hitler invade il territorio austriaco, Popper pubblica opere di filosofia politica come "The Poverty of Historicism" (trad. it. "La miseria dello storicismo", L'Industria, Milano 1954) e "The Open Society and Its Enemy" (trad. it. "La società aperta e i suoi nemici", voll. 2, Armando, Roma 1973-1974): questi lavori rappresentano il contributo popperiano alla Seconda Guerra Mondiale. In essi il problema della libertà riveste una posizione centrale: "questi libri furono intesi come una difesa della libertà contro le idee totalitarie e autoritarie ed anche come un ammonimento contro i pericoli delle superstizioni storicistiche. Entrambi i libri, e in modo particolare La società aperta (indubbiamente il più importante fra i due), possono essere considerati come libri di filosofia della politica" (cfr. "La ricerca non ha fine", cit. ).

Il 1946 è l'anno del ritorno in Europa. A Londra insegna alla London School of Economics. Gran parte del lavoro filosofico ed epistemologico di questo periodo londinese confluisce in opere importanti, come ad esempio "Conjectures and Refutations", pubblicato a Londra nel 1963 (trad it. "Congetture e confutazioni", Il Mulino, Bologna 1972); "Objective Knowledge" del 1972 (trad. it. "Conoscenza oggettiva", Armando, Roma 1975) e nel "Poscritto alla logica della scoperta scientifica" (trad. it. Il Saggiatore, Milano 1984). Incoraggiato da Hayek, frequenta gli incontri della Austrian College Society di Alpach, un gruppo organizzato al fine di sostenere i valori democratici nell'Austria post-bellica. Nel 1949 accetta la proposta di Donald Williams, presidente del Dipartimento di Filosofia presso l'Università di Harvard, che lo invita a tenere le prestigiose William James Lectures. L'anno seguente visita per la prima volta gli Stati Uniti, dove ha l'occasione di conoscere personalmente Albert Einstein.

Nei primi anni cinquanta i Popper acquistano Fallowfield, una casa alla periferia di Londra. David Miller, in un volume biografico dedicato al filosofo viennese ("Sir Karl Popper. Una biografia scientifica", Rubbettino, Soveria Mannelli 2000), scrive che per molti anni Fallowfield fu la sede di una vera e propria fabbrica intellettuale. Popper ha l'abitudine di scrivere a mano: scrive, corregge, riscrive, aggiunge e scarta in continuazione. La grandissima parte del suo tempo lo passa nel suo studio, in quella parte della casa che lui stesso chiama "la stanza dei libri", anche cercando di rispondere alle moltissime lettere che gli vengono recapitate ogni giorno. Sua moglie Hennie controlla con attenzione ciò che il marito scrive, quindi lo batte a macchina facendo quattro o cinque copie a carbone, pronte per successive revisioni.

Nel 1958 entra a far parte dell'Accademia Britannica. Negli anni sessanta e settanta Popper ritorna negli Stati Uniti come conferenziere. Sviluppa ulteriormente il suo pensiero: lavora sulle due teorie della relatività di Einstein, sulla meccanica statistica, sui problemi inerenti alla responsabilità morale degli scienziati. Nel 1965 riceve il titolo di Baronetto dalla Regina Elisabetta d'Inghilterra.

Nel 1974 esce la sua "Autobiography" (trad. it. "La ricerca non ha fine. Autobiografia intellettuale", Armando Editore, Roma 1997). Due anni dopo i suoi contributi in campo scientifico vengono riconosciuti anche attraverso la nomina a membro della Royal Society. Insieme a J. C. Eccles, nel 1977 pubblica "The Self and Its Brain" (trad. it. "L'io e il suo cervello", Armando Editore, Roma 1981), imperniato sul rapporto mente-corpo, in cui viene sviluppata, fra l'altro, una critica serrata nei confronti del materialismo e del fisicalismo.

Nel 1985, a causa delle condizioni precarie di Hennie affetta da un tumore maligno (muore a novembre dello stesso anno), Popper decide di ritornare a Vienna, affittando una grande casa nella periferia ovest della capitale. L'anno seguente, in estate, Popper si trasferisce nuovamente in Inghilterra, a Kenley (Surrey), questa volta in maniera definitiva. Gli anni della vecchiaia sono quelli che lo vedono dedicarsi a questioni di interesse pubblico, come ad esempio i pericoli derivanti dall'arsenale nucleare dell'URSS, gli effetti anti-pedagogici della violenza trasmessa dalla televisione, i problemi dell'esplosione demografica. Nel 1992, anno in cui viene proclamato cittadino onorario di Vienna, esce il libro-intervista "La lezione di questo secolo", (Marsilio, Venezia 1994).

Popper muore il 17 settembre del 1994, all'età di 92 anni. Il suo corpo viene cremato e le ceneri vengono posate nella tomba della moglie, in un piccolo cimitero di Vienna. Nello stesso anno, a Monaco, viene pubblicato il volume postumo "Alles Leben ist Problemlösen" (trad. it. "Tutta la vita è risolvere problemi", Rusconi, Milano 1996).

Per un approfondimento della vita e delle opere di Karl R. Popper rimando ai seguenti volumi: Karl R. Popper, "La ricerca non ha fine. Autobiografia intellettuale", a cura di Dario Antiseri, Armando Editore, Roma 1997; Dario Antiseri, "La Vienna di Popper", Rubbettino, Soveria Mannelli 2000; David Miller, "Sir Karl Popper", Rubbettino, Soveria Mannelli 2000.

 

Prodotti di Karl R. PopperTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Totale: 3

Ordina per:

L'Io e il Suo Cervello - Vol. 3

Dialoghi aperti tra Popper e Eccles

Karl R. Popper, John C. Eccles

Nuova ristampa
€ 18,00
Non disponibile

Libro - Armando Editore - Novembre 2001 - Cervello

scienza e filosofia, per uscire dalla crisi, tentano una ricerca, per ora senza chiare soluzioni, su alcuni problemi chiave. Il confronto Popper-Eccles crea il primo collegamento tra la filosofia dell'io e la neurobiologia.... scheda dettagliata

L'Io e il Suo Cervello - Vol.1

Materia, coscienza e cultura

John C. Eccles, Karl R. Popper

(1)
Nuova ristampa
€ 18,00
Avvertimi quando disponibileRichiesto da 2 visitatori
Non disponibile

Libro - Armando Editore - Novembre 2001 - Cervello

Scienza e filosofia, per uscire dalla crisi, tentano una ricerca, per ora senza chiare soluzioni, su alcuni problemi chiave. Il confronto Popper-Eccles crea il primo collegamento tra la filosofia dell'io e la neurobiologia.... scheda dettagliata

L'Io e il Suo Cervello - Vol. 2

Strutture e funzioni cerebrali

Karl R. Popper, John C. Eccles

Nuova ristampa
€ 18,00
Non disponibile

Libro - Armando Editore - Giugno 1998 - Cervello

Scienza e filosofia, per uscire dalla crisi, tentano una ricerca, per ora senza chiare soluzioni, su alcuni problemi chiave. Il confronto Popper-Eccles crea il primo collegamento tra la filosofia dell'io e la neurobiologia.... scheda dettagliata


Totale: 3

Ordina per:

 
 
 
 

MIGLIORA I RISULTATI

EDITORE

AUTORE

FILTRO RECENSIONI

FILTRO DISPONIBILITÀ

FILTRO PREZZO

FILTRO PUBBLICAZIONE

 
 
 
 
 
 
 
 

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI