Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Cesare Ripa

Cesare Ripa (Perugia, intorno alla metà del XVI secolo – Roma, 1622) è stato uno studioso accademico e scrittore italiano. Da giovane entrò nella corte del cardinale Anton Maria Salviati, come «trinciante», ovvero addetto a tagliare le vivande della mensa del cardinale. Membro dell'Intronati di Siena, dediti allo studio di opere classiche e di medaglie antiche, ebbe contatti con quella degli Incitati a Roma, città in cui risulta presente dal 1611 al 1620. Quale accademico aveva il soprannome di «Cupo», e la sua impresa era formata da un «Tronco d’Amandola unito con uno di Moro celso».

Del 1593 è l’Iconologia overo Descrittione Dell’imagini Universali cavate dall’Antichità et da altri luoghi, pubblicata a Roma dagli Heredi di Giovanni Gigliotti e dedicata al cardinale Salviati. Tra le fonti letterarie utilizzate per l'opera furono gli Hieroglyphica di Pierio Valeriano, l’Emblematum libellus di Andrea Alciato, il Discorso sopra le medaglie degli antichi di Sebastiano Erizzo e le Pitture di Anton Francesco Doni.

L'opera "necessaria à Poeti, Pittori, et Scultori, per rappresentare le virtù, vitij, affetti et passioni humane", è un’enciclopedia dove vengono descritte, in ordine alfabetico, le personificazioni di concetti astratti, come la Pace, la Libertà o la Prudenza, contraddistinte da attributi e colori simbolici. Nel 1603 il testo venne riedito a Roma, per i tipi di Lepido Facij e dedicato a Lorenzo Salviati, ampliato con oltre 400 voci e con numerose immagini xilografiche. Nel 1611 il testo veniva ripubblicato a Padova dal tipografo Pietro Paolo Tozzi, con un maggior numero di xilografie, probabilmente non da ascriversi all'autore.

Nel 1613 presso la tipografia degli Heredi di Matteo Florimi a Siena, venne ripubblicata con il titolo Nuova Iconologia, dedicata a Filippo d’Averardo Salviati e con l’aggiunta di 200 nuove immagini dell'autore. Del 1618 è la riedizione di quest'ultima a Padova presso Pietro Paolo Tozzi. Dopo la morte dell'autore furono stampate nel 1625 presso il Tozzi a Padova la Novissima Iconologia e, nel 1630 la Più che novissima Iconologia presso Donato Pasquardi, testo quest'ultimo ampliato da Giovanni Zaratino Castellini. L'importanza dell'Iconologia di Ripa è stata oggetto di un importante studio di Émile Mâle, pubblicato in Italia nel testo L'arte religiosa nel '600 al capitolo 9 (Lo spirito del XVI secolo continua. L'Allegoria).

Un altro importante lavoro è stato quello di Erna Mandowsky (Ricerche intorno all’Iconologia di Cesare Ripa, in «La Bibliofilia», vol. XLI (1939), Leo S. Olschki, Firenze) nel quale ha pubblicato anche una lunga lista di monumenti per la decorazione dei quali è stato riconosciuto l'uso delle definizioni di allegorie di Ripa.

 

Prodotti di Cesare RipaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Totale: 1

Ordina per:

Iconologia

Ovvero descrizione delle immagini Cavate dall'antichità e da altri luoghi

Cesare Ripa

€ 60,00
Fuori Catalogo

Libro - Castel Negrino Gruppo Editoriale - Febbraio 2006 - Esoterismo

ATTENZIONE: LIBRO FOTORIPRODOTTO IN LINGUA ITALIANOQuesto testo è un dizionario dei simboli che rappresentano i vizi, le virtù e le passioni umane. È un’opera di eccezionale rarità utile ai pittori, ai poeti e agli... scheda dettagliata


Totale: 1

Ordina per:

 
 
 
 

MIGLIORA I RISULTATI

EDITORE

AUTORE

FILTRO RECENSIONI

FILTRO DISPONIBILITÀ

FILTRO PREZZO

FILTRO PUBBLICAZIONE

 
 
 
 
 
 

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI